Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies vai alla sezione

Apprendistato - Obiettivo Sicurezza
Stampa

Apprendistato

NUOVO APPRENDISTATO

In data 25 ottobre 2011 è entrato in vigore il Testo Unico in materia di apprendistato (D.Lgs. n.167 del 14 settembre 2011), abrogando integralmente tutte le precedenti normative in merito di apprendistato.

Nella Regione Veneto sono stati siglati due accordi con le parti sociali:

?    Accordo per la formazione degli apprendisti “Con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma Professionale”;
?    Accordo per la formazione degli apprendisti “Con contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere”

Tali accordi definiscono il percorso di formazione di apprendistato. Esso si svolge sia all’interno dell’impresa, sia all’esterno. L’impresa organizza il percorso di formazione tenendo conto delle indicazioni fornite dalla contrattazione collettiva e in relazione alla tipologia di contratto:

•    il contratto professionalizzante o contratto di mestiere è la tipologia di apprendistato più comune. Consente di assumere giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni per una durata di tre anni (5 per alcune figure professionali artigiane);

•    il contratto di apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale consente di assumere anche i giovanissimi, dai 15 fino ai 25 anni. È un contratto che coniuga l’attività di formazione e lavoro con il conseguimento di un titolo di qualifica e/o diploma professionale, che ha riconoscimento a livello nazionale;
•    il contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca è uno strumento molto ricco, che può essere usato per assumere giovani dai 18 ai 29 anni con molte finalità: per conseguire titoli di studio dell’istruzione secondaria (diplomi di maturità), dell’istruzione tecnica superiore (specializzazioni IFTS e certificazioni ITS), dell’università (laurea triennale e specialistica, master, dottorato); per il praticantato per l’accesso alle professioni ordinistiche; per promuovere l’ingresso di ricercatori nelle aziende.

La formazione esterna (40 ore) viene gestita direttamemente dalla Regione Veneto tramite gli enti di formazione che hanno aderito al progetto.

La formazione da svolgersi internamente in azienda (80 ore) viene realizzata sulla base di un piano, che costituisce il progetto formativo di riferimento. Il piano formativo identifica gli obiettivi che devono essere conseguiti al termine dell’apprendistato, grazie alla guida del tutor o del referente aziendale. Questi è un lavoratore esperto, in grado di “accompagnare” il giovane nel percorso di inserimento in azienda e nell’acquisizione delle competenze necessarie.

Obiettivo Sicurezza srl, per la formazione obbligatoria interna all’impresa, è in grado di fornire alle aziende:

  • Piano Formativo Individuale
  • Analisi aziendale,  dell'apprendista e del tutor
  • Progetto Formativo Personalizzato
  • Calendario programma personalizzato
  • Griglia di valutazione dell'apprendimento andare continuazione 
  • Registro delle attività formative

Evidenziamo che in caso di inadempimento nella formazione dell’apprendista, il personale ispettivo applicherà delle sanzioni onerose (L. n. 92/2012).

Clicca qui per visualizzare la circolare

 Per maggiori informazioni visita il sito cliccando qui apprendistato